Quando il Mestre non c’è…

…gli allievi si impegnano. Per un mese intero Alessandro è stato in Brasile. Per un mese intero ho cercato di fare quanto di melgio potessi per insegnare, sia a Trastevere che, anche se molto di meno, a Marconi. Poi ieri sera è di nuovo capitato. Lui ad Ostia per uno spettacolo, e così anche Millo e Flò. Così ho fatto la prima ora di allenamento da solo,poi sono arrivati Luciana, Muji e Bassecci. Loro hanno gestito i ragazzi dalla giallo verde in su, io i verdi e i senza corda. E’ stata comunque una bella serata, loro hanno sudato parecchio, hanno detto che l’allenamento è stato duro (a me è sembrato leggerissimo ). Poi roda, che era la cosa che un po’ mi spaventava di più.
 
Fino a quel momento non mi era mai capitato di dover veramente gestire una roda. Ho sempre dato il mio apporto, più che ho potuto, ad altre persone, ma ieri sera è stat odiverso. Ma alla fine ce la siamo cavata. Certo, la mancanza di Ale si è sentita tantissimo. Quando c’è lui la sua sola presenza contribuisce al fomento, a mettere la grinta. Senza è stato più difficile, abbiamo dovuto dare veramentemoltissimo, ma alla fine ce la siamo cavata, e ne è venuta fuori una discreta roda. Migliorabile, molto migliorabile, ma discreta.
 
Decisamente difficile insegnare, ma gratificante. Ne deve passa’ ancora de acqua sotto i ponti…
Questa voce è stata pubblicata in Capoeira. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...